Presentazione Sito Web Istituzionale della Chiesa Madre San Nicolò di Avola

DiAdmin

Presentazione Sito Web Istituzionale della Chiesa Madre San Nicolò di Avola

Sabato 18 maggio 2019 alle ore 20,00 presso la Chiesa Madre San Nicolò di Avola, verrà presentato alla Comunità parrocchiale, alla Città e alla Stampa il Nuovo Sito Web istituzionale della Chiesa Madre di Avola www.chiesamadreavola.it . Presenterà il Sito Web l’Arciprete Parroco don Rosario Sultana insieme al Webmaster, modererà l’incontro la segretaria del Consiglio Pastorale Parrocchiale la prof.ssa Enrica Munafò. E’ un sito totalmente dinamico, presenta un layout grafico fresco e vivace con colori che colpiscono subito l’attenzione e che rende la navigazione molto intuitiva. Il sito è totalmente responsive per essere al passo con i tempi. E’ Social per fornire ai visitatori una maggiore interazione e condivisone con tutti i maggiori Social Network. Sul sito è installato il Certificato SSL, in altre parole una tecnologia che garantisce la sicurezza di una connessione sicura a internet che protegge i dati sensibili. Il Sito presenta in macro aeree la vita pastorale, la storia e l’arte della Chiesa Madre San Nicolò, e ancora notizie, agenda ed eventi, gallerie fotografiche e per ultimo i nostri contatti e come raggiungerci. Il Sito presenta alcune aree in doppia lingua italiano-inglese in particolare l’area News, Storia e Arte curata dalla prof.ssa Gringeri Pantano (storica dell’arte) che ci ha fornito i testi e messo a disposizione lo studio scientifico delle informazioni ivi contenute.

L’occasione della presentazione di un nuovo sito web istituzionale di una Parrocchia – afferma don Sultana – come quello della Chiesa Madre di Avola, diventa un’opportunità per evangelizzare in un tempo favorevole come il nostro, per ricordarci che la Chiesa per sua natura è missionaria, svolge per volere divino un compito: annunciare la Parola di Dio con mezzi e linguaggi contemporanei in Agorà sempre nuove, come può essere l’ambiente digitale che siamo chiamati ad abitare dentro la rete di internet.

Anche Papa Francesco lo ricorda: «Il mondo sta diventando sempre più piccolo, e noi siamo sempre più vicini gli uni agli altri. I miei amici sui Social Network, al di là del fatto che vivano in Brasile o in Italia, sono sempre alla distanza di un click. Tutti siamo più connessi e interdipendenti». Allora «la rete digitale può essere un luogo ricco di umanità, non una rete di fili, ma di persone», scrive ancora il Papa: «internet può offrire maggiori possibilità d’incontro e di solidarietà tra tutti, e questa è una cosa buona, è un dono di Dio. La rete è un’occasione per promuovere l’incontro con gli altri. La rete e il web sono una risorsa del nostro tempo, una fonte di conoscenze e di relazioni un tempo impensabili», per questa ragione nasce e prende vita il nuovo Sito Web della Chiesa Madre San Nicolò di Avola. Siamo una “Chiesa in uscita” direbbe il nostro amato Pontefice. Pertanto nel mandato di Gesù a fare discepole tutte le nazioni, sono presenti gli scenari e le sfide sempre nuovi della missione evangelizzatrice della Chiesa, e tutti siamo chiamati a questa “nuova uscita missionaria” e raggiungere così tutte le periferie che hanno bisogno della luce del Vangelo. Il Parroco della Chiesa Madre di Avola don Sultana, ritiene la presenza delle parrocchie collegate in rete nel web, un elemento strategico per una nuova evangelizzazione affinché il mondo creda.

Uno studio del 2019 ci dice che tutto il mondo è dipendente da internet. In media, ciascuno di noi, ogni giorno, trascorre 6 ore e 42 minuti connesso alla rete, di cui 2 ore e 15 minuti attraverso dispositivi mobili. Nell’arco di un anno, passiamo 100 giorni attaccati al computer o allo smartphone, circa il 27% di tutto il tempo che abbiamo a disposizione. Questo – afferma don Sultana – ci fa capire l’urgenza di abitare questi spazi per dire la nostra sulla vita e sul mondo e dirlo da cristiani comunicando tutto il bene che c’è nelle nostre vite e nelle nostre comunità. Internet è diventato, secondo don Sultana, un luogo e uno spazio in cui le parrocchie non possono mancare.

Info sull'autore

Admin administrator

Commenta