CONSULTA CIVICA, DE SIMONE: TENUTA DEMOCRATICA A RISCHIO IN CITTA’, ISTITUIRE UN’ASSEMBLEA

DiAdmin

CONSULTA CIVICA, DE SIMONE: TENUTA DEMOCRATICA A RISCHIO IN CITTA’, ISTITUIRE UN’ASSEMBLEA

La caduta del consiglio comunale, e la successiva decisione del Sindaco di non dimettersi, di fatto governando in solitudine senza più alcuna rappresentanza popolare, segna un periodo di profondo declino della politica siracusana, e di sconforto dei cittadini a cui, ancora una volta, si attenta la fiducia verso la politica, e le istituzioni più in generale. A fare questa breve riflessione è l’esponente della Società civile Damiano De Simone, attuale Presidente della Consulta Civica di Siracusa, che invita la comunità politica tutta a fare corpo unico attorno ai principi di Democrazia di governo, oggi assenti nel Vermexio, chiedendo all’Amministrazione sopperire all’assenza del civico consesso.
Sarebbe, quindi, opportuno – dice Damiano De Simone – istituire un’assemblea delle associazioni di categoria, ritenute pilastro della società siracusana, da convocare mensilmente, con le quali avviare confronti programmati, di tipo consultivo, sulle attività della Giunta, tenendo conto che esse fungono da termometro di comunità, sotto i vari aspetti che la compongono, pertanto fondamentali al buon governo.
Inoltre – conclude Damiano De Simone – con il recente scioglimento del Consiglio Comunale, i cittadini rischiano di perdere ulteriormente il contatto con il governo della Città, già drasticamente limitato con l’abolizione dei preziosi Consigli di Quartiere, riterrei fondamentale che il Sindaco provvedesse alla nomina dei Delegati di Quartiere come già fatto a Belvedere, di cui non si comprendono ancora i motivi di tale provvedimento che risulta essere iniquo nei riguardi di Cassibile, che merita particolari attenzioni vista la distanza dal centro Città.

Info sull'autore

Admin administrator

Commenta