Siracusa riceve la solidarietà di un gruppo di ricercatori con lo slogan “ Aiutaci ad Aiutare” per prevenire i contagi CODIV per il personale medico e paramedico

DiAdmin

Siracusa riceve la solidarietà di un gruppo di ricercatori con lo slogan “ Aiutaci ad Aiutare” per prevenire i contagi CODIV per il personale medico e paramedico

Molto spesso  e particolarmente in questo momento  le strutture ospedaliere e le Case di Riposo  in Italia, e nel nostro caso  anche a  Siracusa,   sono  ribaltate alla cronaca per  mancanza di  essenziali  precauzioni  in uso  da parte dei medici e del personale  paramedico. 

Questa carenza ha sicuramente sconcertato  tutti   essendo proprio  questo personale  in prima linea per il  contatto con  i pazienti affetti da CODIV 19.  Le problematiche del  reperimento di  idonee  e sufficienti mascherine  e visiere da parte  degli enti ospedalieri  è stato attenzionato da un gruppo di  4 giovani ricercatori (Antonio Migneco,  Athanasios Katsogiannis, Alessio Ossola,  Giovanni Moroni),  in  forza  al Centro di Ricerca della Commissione Europea  “JRC di Ispra” in Lombardia in provincia di Varese, i quali hanno progettato  e prodotto in un proprio laboratorio  un prototipo di  visiera con la parte trasparente in materiale PVC  e con un supporto realizzato con una bioplastica prodotta dal mais e dalla canna da zucchero, compostabile e riciclabile al 100%. Le visiere risultano lavabili  e disinfettabili    A proprie spese e nel tempo libero hanno iniziato a produrre un certo quantitativo di visiere che hanno immediatamente donato ad alcuni ospedali  e RSA  Lombarde.  La notizia  è stata riportata oltre che dai giornali del luogo anche dal sito web scientifico della Commissione Europa EU SCIENCE HUB che lo ha pubblicato, dando grande risalto a questa  lodevole iniziata.  Nel gruppo dei 4 ricercatori, fa parte anche un siracusano, Antonio  Migneco, il quale  non dimenticando le proprie origini, ha voluto contribuire  nel donare centinaia di visiere  a diverse RSA e poliambulatori di Siracusa e provincia,  avendo come tramite dei suoi familiari ed amici presenti a Siracusa, che sicuramente avrebbero avuto maggiore possibilità nell’individuare le strutture che ne avrebbero maggiore bisogno. Questo  è avvenuto nei giorni scorsi e desideriamo  comunicare i nomi delle strutture interessate.                       

 RSA  Casa di Riposo “La  Madonnina “ ;   RSA Pensionato  Santa Teresa  “La Mia Casa”  ;  RSA Casa di Riposo “Padre Pio “ ;  RSA  Suore Figlie della  Misericordia e della Croce” ;  RSA Suore Francescane Missionarie ;  Chiesa Grottasanta “Frati Servi  di Maria”; Poliambulatorio  Ex Clinica S. Lucia  ; Clinica  Villa Azzurra”  ; RSA Casa dell’Anziano S. Lucia ad Augusta.  Non trattandosi  di merce prodotta in fabbrica ma solo privatamente queste visiere sono donate  per l’uso  esclusivo dei medici ed infermieri o personale che è a maggiore contatto con i malati. Perdurando la necessità di utilizzo  di questi  accorgimenti i  quattro ricercatori  stanno continuando   a produrre  queste visiere che sono donate direttamente da loro o tramite altre Associazioni di Volontariato e No-Profit, che collaborano  in altre Regioni d’Italia ed anche in altre nazioni.  Allo scopo del reperimento della materia prima  e,  per quanti hanno interesse a collaborare,  è stato  aperto un conto corrente per eventuali donazioni di denaro che privati o Enti possono utilizzare per  contribuire a  questa lodevole iniziativa. Attraverso queste somme potranno avere  la possibilità  di acquistare altre macchine 3D, come quelle attualmente utilizzate,  permettendo agli stessi  di  incrementare la produzione giornaliera e poter fare altre donazioni ad altri Enti.

Le attrezzature acquistate a tale scopo, quando ormai non ci sarà più bisogno di produrre le  visiere, saranno donate ad istituti scolastici dell’area interessata,  affinché  gli studenti possano cimentarsi in analoghe lodevoli iniziative Per chi volesse dare una mano potrà consultare il sito www.artsite.it     Aiutaci ad Aiutare      per contatti   visiereprotettive3d@gmail.com

Info sull'autore

Admin administrator

Commenta