Archivio degli autori redazione

Diredazione

VII Conferenza europea sui pazienti oncologici a Siracusa

Si svolgerà domani  e sabato nella sala conferenze Ferruzza-Romano dell’Area Marina Protetta del Plemmirio in Ortigia, la VII conferenza Europea sui pazienti oncologici guariti e lungoviventi.

L’evento è organizzato dal reparto di Oncologia dell’ospedale Umberto I di Siracusa in collaborazione con l’Associazione Promuovere onlus e vedrà la partecipazione di relatori di fama internazionale impegnati in vari percorsi della ricerca del settore.

Sabato l’evento vedrà anche un secondo momento nella sala conferenze dell’hotel Alfeo, dove sarà tenuta una conferenza organizzata da Promuovere onlus e da Il Filo della Vita onlus, con il patrocinio di diverse istituzioni e associazioni di pazienti, sull’importanza dell’alimentazione  destinata ai pazienti.

Diredazione

500 mila euro per 18 alloggi popolari di Noto

In arrivo quasi 500 mila euro per gli alloggi popolari a Noto. La Legge Regionale 1/2012 ha riprogrammato tutte le economie risultanti dal mancato utilizzo dei fondi ex Gescal e  l’IACP di Siracusa ha presentato un progetto per la manutenzione straordinaria di un gruppo di 18 alloggi in via Sonnino, a Noto.

Un’importante operazione quindi che ha porterà nella città di Noto fondi per la ristrutturazione degli alloggi popolari e dare decoro a un’area del territorio

Diredazione

L’amministrazione Cannata istituisce la De. Co. (Denominazione Comunale). Ma deve essere approvata dal consiglio comunale

Si chiama De.Co ed è una procedura per avviare la Denominazione Comunale di Avola al fine di censire e valorizzare le eccellenze enogastronomiche del territorio. L’iniziativa è promossa dall’amministrazione comunale e dal sindaco Luca Cannata che approderà presto in consiglio comunale.

 “Si tratta di uno strumento per proteggere la tipicità dei prodotti, dei saperi e dei sapori che si identificano con la tradizione e la cultura di Avola – dice il sindaco Luca Cannata – ad esempio il famoso “bianco mangiare” o il budino di mandorla o la granita di mandorla saranno tutelati e valorizzati”.

Diredazione

L’Open Land deve al Comune di Siracusa 2.8 milioni di euro indebitamente percepiti

Open Land dovrà restituire al Comune di Siracusa  la somma di 2.8 milioni di euro indebitamente percepiti. Lo ha stabilito il Tribunale di Siracusa con decreto ingiuntivo.

Entro 40 giorni dalla notifica del decreto, se Open Land non avanzerà opposizioni dovrà rimborsare il Comune per 2,8 milioni di euro.

Il decreto ingiuntivo rappresenta un importante successo delle ipotesi difensive dell’avv. Nicolò D’Alessandro, legale del Comune di Siracusa, e degli avvocati di Legambiente Corrado Giuliano, Marilena del Vecchio, Gabriele Galota, Nicola Giudice e Lella Bonanno, e dei consulenti di parte ing. Roberto De Benedictis, prof. Giuseppe Ansaldi e dott. Francesco Licini (che hanno ricoperto il mandato a titolo gratuito), che in giudizio avevano sostenuto che nessun risarcimento era dovuto ad Open Land, contrariamente a quanto aveva invece stabilito il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana (CGA) con sentenza del settembre 2015 (successivamente revocata dallo stesso C.G.A. con sentenza n. 276/2017).

 

Diredazione

Amministrative Siracusa: La coalizione di Reale ricorre al TAR

Gli eletti e i rappresentanti della coalizione che ha sostenuto Ezechia Paolo Reale si sono riuniti per esaminare e discutere del risultato del ballottaggio di domenica scorsa.

La Coalizione, composta da Popolari e Autonomisti, Progetto Siracusa, Cantiere Siracusa, Amo Siracusa, Fratelli D’Italia di Giorgia Meloni, Udc, Forza Italia e Siracusa Protagonista, visto l’emergere di notevoli difficoltà e sofferenze nell’assegnazione dei voti di preferenza, dovute, fra l’altro, all’assenza dei verbali e delle tabelle di scrutinio, ha deciso di ricorrere al TAR Catania per chiedere l’apertura dei plichi contenenti le schede votate, ma non registrate, o registrate in modo difforme, per fare emergere la volontà effettiva dei Siracusani.

“Per quanto attiene il futuro, la Coalizione continuerà a rimanere salda ed unita, assicurando alla città e ai cittadini una gestione corretta e democratica del Consiglio Comunale, attenta e vigile nel rispetto della Legge e del Regolamento Comunale. La nostra opposizione sarà sicuramente costruttiva, ma ferma ed intransigente nel tutelare gli interessi legittimi dei cittadini tutti e per impedire il protrarsi di logiche gestionali lontane dagli interessi collettivi dei cittadini, come è stato fino ad oggi. La Coalizione, infine, ha largamente discusso sulla bozza della Rete ospedaliera predisposta dall’Assessorato regionale della Salute, relativamente alla riduzione dei posti letto e dei servizi sanitari nella nostra provincia e, non condividendola, la contesta integralmente, invitando il Governo regionale a ritirarla, essendo, fra l’altro, inaccettabile anche la sola idea della chiusura della Radioterapia, attivata a Siracusa dopo tanti anni di lotta” fanno sapere.

Diredazione

Il sindaco di Noto Corrado Bonfanti eletto nel direttivo Federculture

Un altro successo ottenuto dal sindaco di Noto Corrado Bonfanti che è stato eletto nel direttivo di Federculture per il triennio 2018-2021. Il rinnovo delle cariche è stato ufficializzato a Roma, durante l’assemblea generale di Federculture che ha confermato alla guida dell’associazione che mette assieme aziende private ed enti pubblici Andrea Cancellato, attuale direttore di Meet (centro internazionale per la cultura digitale di Meet the Media Guru e Fondazione Cariplo).

Il sindaco Bonfanti è stato eletto in rappresentanza dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco.

«Sono entusiasta e molto motivato – ha commentato Bonfanti al rientro da Roma – e cercherò di dare sin da subito il mio contributo anche se ho già intuito che il livello del confronto è molto alto e potrò apprendere più di quanto potrò trasferire del mio sapere e della mia esperienza. Mi inorgoglisce essere tra coloro che stanno scrivendo il futuro dell’impresa culturale e che pensano e agiscono consapevoli del ruolo fondamentale che tale tipologia organizzativa può fornire alla fruizione pubblica dei beni culturali e di tutto ciò che ruota ad essi di materiale e immateriale».

Diredazione

Noto: Resoconto della stagione di prosa 2017-2018

Il Sovrintendente  della Fondazione Teatro Tina Di Lorenzo Salvatore Tringali spiega con parole e numeri come è andata la stagione teatrale a Noto:

Il cartellone prevedeva, ventiquattro spettacoli così divisi: nove spettacoli nel segmento Palco Centrale non-solo-classici, tre spettacoli nel segmento Esplora palcoscenico-contemporaneo, cinque spettacoli più un laboratorio evento nel segmento Teatro Ragazzi, ed in fine, il nuovissimo segmento 70/30 ne prevedeva sei. Prima nota che salta all’occhio è la più ampia offerta di spettacoli rispetto alla stagione 2016/2017 che vedeva in cartellone dieci spettacoli. Nonostante gli spettacoli proposti siano più del doppio la spesa in termini di acquisto si attesta quest’anno, al di sotto di quella della passata stagione. Questo ha inciso chiaramente su altri numeri che velocemente vi indico di seguito. Numero biglietti venduti stagione 2017/18 6.426,00 a fronte dei 3.688,00 della passata stagione. Ancora un dato numerico è quello che vede gli abbonati passare dai 179 della stagione 2016/17 ai 216 del 2017/18. Abbonamenti che quest’anno si dividono in: 73 “Teatro Platino”; 109 “Teatro Oro”; 7 “Teatro Esplora”; 15 “Cartellone 70/30” più 12 abbonamenti per gli studenti dell’università di Catania, facoltà di architettura.

Ci tengo a evidenziare che oltre a questi dodici studenti di architettura, hanno seguito alcuni dei nostri spettacoli e i relativi incontri organizzati con i protagonisti, gli allievi della scuola per attori dell’Istituto Nazionale Del Dramma Antico di Siracusa. Infine anche grazie alla venuta a Noto della compagnia delle Albe siamo riusciti a coinvolgere gli studenti del “Cumo di Noto” sede distaccata dell’Ateneo di Messina. Con queste realtà universitarie e con i loro docenti stiamo provando ad immaginare dei percorsi futuri.
Capitolo a parte è quello del teatro ragazzi. Qualche numero anche per questo segmento: costituito da 5 spettacoli più un laboratorio evento “Eresia della felicità” condotto da Marco Martinelli del teatro delle Albe. Tra le note positive di questo laboratorio, mi preme evidenziare la gradita partecipazione delle minorenni rifuggiate della “Casa famiglia dell’Accoglienza Progetto FAMI1190”, che si sono trovate a lavorare sui versi di Vladimir Majakovskij con i ragazzi di varie scuole, e molti componenti della Cooperativa Argante. Tornando al cartellone, molti degli spettacoli messi in scena è riduttivo chiuderli nella sola definizione di teatro ragazzi, vedi il pluripremiato Malanova, Golden Hee, ed il poetico “U Principuzzu Nicu” che ha avuto anche una replica serale molto apprezzata. Hanno visto i nostri spettacoli tutte le scuole di Noto, delle sue contrade (Castelluccio, Rigolizia, Granieri ecc.) ma anche scuole di Avola, Augusta, Floridia, Pachino, Ispica, Canicattini Bagni.
Due parole anche sul neonato segmento 70/30 che ha avuto il merito di aver dato spazio a realtà professionistiche del territorio, di aver aumentato e variegato la proposta artistica del cartellone, ma soprattutto di aver inciso in maniera quasi nulla sul budget stagionale. Anzi visto il risultato ottenuto e i margini di un futuro miglioramento, dovuti ad un auspicabile continuità di proposta, potremmo parlare di assoluta sostenibilità. Ultimissimo punto vorrei dedicarlo alla piccola produzione, fatta la scorsa estate, che ha avuto un ottimo riscontro di pubblico ed il merito di aver stimolato la sinergia tra la variegata
componente artistica netina. Parlo di “Invisibili memorie di Noto notturna” con la regia di Sabina Pangallo, testi di Erminia Gallo e Fabio Marziano, con moltissimi interpreti del territorio, che tra le altre cose ha generato uno spin-off che ha portato ad uno short film su Giovanni Boncoraggio, coprodotto anche questo come lo spettacolo dalla nostra Fondazione, dall’immancabile collaborazione con il settore turismo del comune di Noto, con sforzi economici minimi se non nulli. Il video ha visto invece la regia di Marco De Marco, ed anche in questo caso tutta una serie di collaborazioni con Associazioni e attivisti del territorio. A proposito di Sabina Pangallo, la ringrazio a nome mio e di questa Fondazione per avermi sostenuto e coadiuvato in tanto lavoro, e per aver curato in maniera totalmente amichevole, con il solo spirito di attaccamento alla Fondazione e alla città, i diversi laboratori teatrali che si sono susseguiti nella stagione. Laboratori che hanno avuto un utenza eterogenea, da quelli dedicati alle compagnie amatoriali, a quelli specifici per professionisti, a quelli per ragazzi e tanto altro. Da sottolineare che, anche i laboratori in questione si sono totalmente autosostenuti. A conclusione, credo sia stata una buona stagione, che ha avuto momenti elevatissimi, soprattutto grazie agli interpreti messi in cartellone, con nomi del calibro di Michele Placido, Leo Gullotta, Elio, Giuseppe Zeno, Laura Marinoni, Ermanna Montanari e Marco Martinelli, per citarne solo alcuni del panorama italiano. Una stagione che ha tenuto però i piedi ben saldi su questo territorio, molto prolifico, e penso al cartellone 70/30 e ai molti spettacoli con marchio Sicilia. Una stagione che ha puntato molto sul pubblico giovane e giovanissimo. Una stagione che non si è fatta mancare punte di eccellenza del teatro di ricerca, uno su tutti la compagnia delle Albe. Molto comunque c’è ancora da fare e da migliorare, specie sulla sostenibilità economica dei segmenti principali, e sul coinvolgimento di un pubblico più vasto ed eterogeneo. Un sincero ringraziamento va ai dipendenti dell’ufficio, alla squadra dei tecnici, entrambi i settori sempre fiore all’occhiello di questa Fondazione, alle preparatissime maschere, all’ufficio stampa Dottor Vincenzo Rosana, e all’onnipresente Direttore Generale, Urbano Pannuzzo, che mi ha guidato in questa prima esperienza in Fondazione. In fine un vero grazie al Presidente e al CDA che hanno creduto in questa nuova squadra.

Diredazione

L’Afi di Avola incontra la città su “La Famiglia e altri meravigliosi disastri”

“La Famiglia e altri meravigliosi disastri” è il titolo della tavola rotonda organizzata dall’Assoacizione delle Famiglie Italiane in città per incontrare i discutere con Gigi De Palo e Anna Chiara Gambini.

L’incontro si svolgerà giorno 3 luglio alle ore 19  ai Giardini del Palazzo di Città. Per l’occasione sarà presentato anche il libro dal titolo “Ci vediamo a casa”.

Sarà na opportunità per confrontarsi sulla straordinaria normalità della vita familiare in cui tutti i disastri hanno un lieto fine. Sarà garantito anche un servizio babysitter.

Diredazione

Oggi Francesco Italia sarà ufficialmente proclamato sindaco di Siracusa

La proclamazione di Francesco Italia a sindaco di Siracusa si svolgerà oggi pomeriggio alle ore 17,30 a Palazzo Vermexio. Il passaggio di consegna storico quindi tra il sindaco uscente Giancalìrlo Garozzo ed il neo sindaco Francesco Italia, già vice tra l’altro proprio di Garozzo.

Un passaggio di consegna anche in virtù alla continuità politica di quando fatto fino ad oggi.

Dopo la proclamazione però l’ufficio elettorale dovrà tornare al lavoro perchè a Siracusa mancano ancora i consiglieri comunali. A causa di alcuni disguidi verificatisi in alcuni seggi elettorali si dovranno rivedere le procedura che potrebbe durare anche oltre un mese

Diredazione

Siracusa: Caserma dei Vigili del Fuoco, l’iter completato, aggiudicati i lavori.

E’ stato pubblicato il verbale con il quale sono stati aggiudicati i lavori per la Nuova Sede Centrale del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Siracusa. Giunge così a conclusione un lunghissimo iter procedurale. Adesso si attende l’avvio dei lavori, al fine di poter completare l’opera e consegnarla al Comando provinciale dei Vigili del Fuoco della Provincia di Siracusa, che ha certamente bisogno di una sede idonea e rispondente a quelle che sono le emergenze, sempre maggiori, che il Corpo è costretto ad affrontare ogni giorno.

Un importante passo in avanti quindi per la città di Siracusa e per l’intera provincia aretusea