Archivio per Categoria Cronaca

Diredazione

Giro di vite ad Avola, i carabinieri controllano le attività commerciali del territorio

Attività commerciali, stabilimenti balneari, bar e ambulanti sono stati controllati dal militari della Compagnia di Noto che unitamente agli uomini della Polizia Municipale e della Capitaneria di Porto hanno effettuati servizi di controllo sul territorio mirati a individuare possibili trasgressori per l’uso delle aree pubbliche, per la vendita di alimenti e bevande.

Nell’ambito dell’attività sono state elevate sanzioni cinque sanzioni amministrative per occupazione di suolo pubblico e oltre 3 mila euro per  la violazione della normativa inerente i bagnini di salvataggio

I controlli continueranno anche nei prossimi giorni con particolare attenzione  delle zone più frequentate dai giovani

Diredazione

Avola: Meter – 103 video pedopornografici bloccati e rimossi

Sulla piattaforma www. gounlimited.to sono stati blocacti 103 video pedopornografici grazie al pronto intervento ed all’attiva svolta dall’associazione onlus Meter di don Fortuanto Di Not.

I bambini coinvolti sono di  età compresa tra i 4/6 anni fino a 13 anni. In alcuni casi gli stessi autori degli abusi si riprendevano in viso, sfidando l’impunità e la impossibilità di essere individuati.

“Spesso ci chiedono, quali sono i risultati del nostro impegno contro la pedofilia e la pedopornografia. Non ci piace ostentare ma se è proprio necessario possiamo dire, che nel più che  ventennale impegno di Meter onlus – dichiara don Fortunato Di Noto (prete siciliano dedica da circa 30 anni,  la sua vita e missione contro queste forme aberranti di abuso sui minori)-  abbiamo monitorato in tutto il mondo più di 170.000 siti puri di pedofilia e pedopornografia siti (tutto riportato nei Report Meter annuali, che non sono statistiche, ma il lavoro concreto degli operatori e volontari dell’associazione che svolgono in tutto il mondo). Basti pensare che negli ultimi anni sono state più di 20 le operazioni di Polizia (nazionale e internazionale) dopo le puntuali e dettagliate segnalazioni che hanno portato a centinaia di arresti, migliaia di indagati e anche diversi bambini individuati (a distanza di anni dell’abuso). Non vogliamo dare elenchi, ma è per dire che è un impegno senza sosta, a volte silenzioso, a volte velato dall’indifferenza e dal silenzio, spesso omertoso. Ma si fa ancora poco, molto poco, nonostante gli sforzi e la sensibilità che sta crescendo.”

Diredazione

L’Open Land deve al Comune di Siracusa 2.8 milioni di euro indebitamente percepiti

Open Land dovrà restituire al Comune di Siracusa  la somma di 2.8 milioni di euro indebitamente percepiti. Lo ha stabilito il Tribunale di Siracusa con decreto ingiuntivo.

Entro 40 giorni dalla notifica del decreto, se Open Land non avanzerà opposizioni dovrà rimborsare il Comune per 2,8 milioni di euro.

Il decreto ingiuntivo rappresenta un importante successo delle ipotesi difensive dell’avv. Nicolò D’Alessandro, legale del Comune di Siracusa, e degli avvocati di Legambiente Corrado Giuliano, Marilena del Vecchio, Gabriele Galota, Nicola Giudice e Lella Bonanno, e dei consulenti di parte ing. Roberto De Benedictis, prof. Giuseppe Ansaldi e dott. Francesco Licini (che hanno ricoperto il mandato a titolo gratuito), che in giudizio avevano sostenuto che nessun risarcimento era dovuto ad Open Land, contrariamente a quanto aveva invece stabilito il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana (CGA) con sentenza del settembre 2015 (successivamente revocata dallo stesso C.G.A. con sentenza n. 276/2017).