Archivio per Categoria Pachino

Diredazione

XVIII edizione del Cinema di Frontiera a Marzamemi dal 12 al 15 settembre

“La linea d’ombra” è il titolo della 18^ edizione del Cinema di Frontiera a Marzamemi che quest’anno, per la prima volta, si svolgerà nel mese di settembre ed esattamente dal 12 al 15.  

«Abbiamo previsto qualche giorno in meno di programmazione – ha dichiarato il direttore artistico, Nello Correale – ma questo non vuol dire che ci saranno meno iniziative, anzi: sarà un festival più intenso, dal punto di vista delle attività e, soprattutto, dei temi, alla luce di ciò che sta succedendo in questa zona del mondo finita al centro di scontri infuocati proprio sul concetto di frontiera. Inoltre, adotteremo una formula differente rispetto a quella utilizzata negli ultimi anni».

Tra le novità del 2018 ci sarà una dislocazione delle attività all’esterno della tonnara. Gli schermi saranno collocati nelle piazze del centro storico e la Frontiera del libro, giunta alla terza edizione, diventerà itinerante sempre negli angoli più caratteristici del centro storico del borgo marinaro. Saranno previsti workshop, momenti di confronto, dibattiti ed altre attività collaterali.

Per la 18esima edizione è confermato l’assetto organizzativo degli altri anni, con Ccn “Marzamemi” e cinecircolo Cinefrontiera, assieme agli uffici Turismo e FilmCommission del Comune di Pachino e con il sostegno di assessorato regionale al Turismo, Ministero dei Beni e delle Attività culturali e due importanti sponsor privati: la Banca di credito cooperativo di Pachino, che ha confermato il proprio impegno, e l’azienda Dusty.

Diredazione

Vinarelli a Marzamemi. Evento internazionale con artisti e autorità politiche internazionali

“Vinarelli a Marzamemi” è il titolo dell’evento internazionale che il prossimo fine settimana swi svolgerà a Marzamemi nella suggestiva location del Palmento Rudinì.

Appuntamento per la promozione dello scambio culturale con paesi provenienti dalla Turchia e consolati di altri 4 paesi. Scambio culturale, promozione del territorio e delle eccellenze enogastronimiche.

L’iniziativa è stata subito sposata dall’amministarzione comunale e dal sindaco Roberto Bruno che punta sullo sviluppo e valorizzazione del proprio territorio. Il 29 si aprirà con il taglio della collettiva d’arte che vedrà per la prima volta nel territorio del sud-est siciliano la tecnica del “vinarello” cioè l’arte di dipingere con il vino. Gli artisti che esporranno sono Valentina Sammito, Arnuk, Stefano Musso, Giuseppe Murdaca, Rosario Zafarana, Emanuel Acciaro e Callistus. Ci sarà inoltre un’area riservata alle opere con la pittura “ebru” antica arte turca di dipingere con l’acqua.

Per sabato alle ore 18,30 è previsto il Convegno dal titolo “L’Arte dei Vinarelli….il vino buono da bere, bello da vedere” con le massime autorità locali; il sindaco Roberto Bruno, i referenti del Consorzio della Mandorla di Avola, il Presidente dell’Associazione Club Avola-Malta; i Consoli della Turchia, del Senegal, Ucraina, Grecia e Azerbarbaijan; delegazione turca della città di Tarso con Eloif Seda Saglam (Deputato Maggiore), Ali Bagrik (Deputato Maggiore), Nadir Durgun (Manager della Cultura), Ersin Eker (Manager degli affari di salute – Gastronomia – buona cucina), Serdar Akkoc (Responsabile della panificazione), Mehmet Bulut (Responsabile risorse umane), Hakan Kumdereli (Coordinatore del progetto), Ozlem Kosker (Giornalista).

Si conclude la domenica ancora con la visita alla mostra. L’intero evento è ideato, curato ed organizzato da Ar@m Communication con il patrocinio del Comune di Pachino

 

Diredazione

Pachino: Tracciato il bilancio alla prima settimana dall’avvio del nuovo calendario della raccolta. Trend positivo

E’ poitivo il bilancio tracciato dal sindaco del Comune di Pachino Roberto Bruno dopo appena una settimana dall’avio del nuovo calendario della raccolta differenziata.

33 tonnellate di umido in appena 3 giorni; 13 sono le tonnellate di carta/cartone; 4 le tonnellate di plastica in un solo giorno di raccolta; e 7 le tonnellate di vetro/alluminio. Questi i numero comunicati dal primo cittadino soddisfatto per i risultati raggiunti grazie alla collaborazione dei propri concittadini.

“Da domani si riparte con la seconda settimana, e già sin d’ora possiamo annunciare delle importanti novità. La prima, e forse più importante, riguarda le sanzioni nei confronti di tutti coloro che si ostinano ad abbandonare rifiuti in giro davanti alle abitazioni altrui o agli angoli delle case deturpando la nostra città. Nella prima settimana sono stati elevati 45 verbali sanzionando altrettanti cittadini sporcaccioni (non trovo altri aggettivi per definirli diversamente). Da domani pattuglie di vigili urbani seguiranno gli operatori ecologici e sanzioneranno tutti coloro che conferiranno in modo non conforme i rifiuti davanti casa o, peggio, abbandoneranno i rifiuti negli angoli delle strade. Per questi ultimi sono previste multe da 300€ a 3000€ di sanzione! Invitiamo tutti i cittadini a collaborare comunicandoci via telefono al 0931.803305, o a mezzo internet con i social network, le segnalazioni di coloro che buttano i rifiuti in giro. La seconda novità riguarderà invece le Utenze Non Domestiche, sia a Pachino che a Marzamemi, con un rafforzamento delle giornate dedicate al ritiro dell’umido ” ha spiegato il sindaco Bruno che ringrazia soprattutto cittadini che da quasi quattro mesi frequentano regolarmente l’Isola Ecologica di via Mascagni.

A questi 1026 utenti sino ad oggi sono stati riconosciuti ben 12.800€ di sgravi tributari che si troveranno direttamente nella bolletta della Tari del prossimo anno.

Diredazione

Pachino: Pulizia spiagge, il servizio affidato alla Dusty

E’ partita ieri dalla spiaggia di Morghella l’attività di pulizia straordinaria delle spiagge di competenza comunale. Il servizio per un costo complessivo di 38 mila euro è stato affidato alla ditta “Dusty”di Catania, che già gestisce la raccolta dei rifiuti in città.

Le spiagge interessate sono, dal lato jonico, quelle di Balata e Marinella a Marzamemi, Morghella e Cavettone-Calafarina. Mentre nel versante del Canale di Sicilia da Punto Rio – Punta delle formiche, a Costa dell’Ambra, Concerie, Fondo Vacca e Granelli. Il servizio comprende il posizionamento di 30 piccoli cestini di rifiuti con i sacchetti, per cui sarà previsto lo svuotamento giornaliero e saranno garantiti passaggi continui sia con i mezzi meccanici che in modo manuale.

«Oltre ad un intervento massiccio ed iniziale di rimozione straordinaria di rifiuti – ha dichiarato l’assessore all’Ecologia, Andrea Nicastro -, seguirà un monitoraggio costante per garantire la pulizia degli arenili anche durante l’intera stagione».

«Quest’anno – ha dichiarato il sindaco di Pachino, Roberto Bruno – siamo riusciti ad avviare ancora prima dello scorso la pulizia delle spiagge, per migliorare le condizioni di decoro dei nostri meravigliosi arenili, liberandoli dai rifiuti giunti a riva durante le mareggiate invernali per escludere problematiche igienico – sanitarie. Rivolgo il mio appello ai cittadini e ai turisti, affinché durante la fruizione delle spiagge possa essere garantita la tutela dell’ambiente e del nostro meraviglioso mare. È patrimonio di tutti ed è nostro dovere preservarlo».

Diredazione

Pantani Sicilia sudorientale, Tar ha accolto anche ricorso del Comune di Pachino per la sospensione delle Zsc

Il Tar di Catania ha dato ragione anche al Comune di Pachino sulla sospensione della Zone speciali di protezione, istituite lo scorso dicembre dal ministero dell’Ambiente. Il Tribunale amministrativo si era già pronunciato sul ricorso presentato dal consorzio di tutela “Igp pomodoro di Pachino”, accogliendolo, e allo stesso modo ha fatto con quello avanzato dall’ente municipale tramite il legale Pinello Gennaro.

Lo scorso gennaio il Comune di Pachino ha vinto il ricorso all’istituzione di Sic (Siti di importanza comunitaria) e Zps (Zone di protezione speciale), ed il Tar anche in quell’occasione ha dato ragione all’ente annullando i decreti istitutivi.

«Un altro importante risultato per la nostra agricoltura – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno – dopo quello ottenuto con Sic e Zps. In linea con quanto sostenuto dal nostro programma elettorale, siamo per la tutela ambientale e lo stiamo dimostrando con i provvedimenti nel settore dell’Ecologia e con la lotto contro l’abbandono dell’amianto e le discariche abusive. E la tutela ambientale non deve essere contrapposta alla tutela delle aziende dei nostri agricoltori e dei prodotti ortofrutticoli d’eccellenza che rappresentano la più importante risorsa economica per Pachino: sono due valori da preservare, trovando il giusto equilibrio. Un equilibrio che si troverà con quel dialogo con il nostro territorio che è mancato quando è stata effettuata la perimetrazione su cartografie vetuste e non tenendo conto delle esigenze di una comunità. Abbiamo chiesto l’istituzione di un tavolo tecnico alla Regione, non abbiamo avuto ancora notizie. Aspettiamo di essere coinvolti nelle decisioni e ci auguriamo non ci siano più imposizioni e scelte calate dall’alto».

Diredazione

Marzamemi: Porto Fossa Marzamemi, installati i nuovi fanali ai moli

Sono stati installati e sono già funzionanti i nuovi fanali nei due moli d’imbocco del porto Fossa a Marzamemi. A comunicarlo è stato l’assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica, Gianni Scala.

«Grazie alla collaborazione – ha dichiarato Scala – tra l’Ente municipale e i privati concessionari delle aree demaniali nel porto, siamo riusciti a risolvere una problematica che perdurava da diversi anni. Adesso l’accesso al porto sarà più sicuro nelle ore notturne per i pescatori ed anche per i numerosi diportisti che nelle ultime estati stanno popolando sempre più il nostro borgo marinaro».

Le operazioni di installazione, il cui ente di competenza è l’assessorato Territorio ed Ambiente della Regione, sono state curate integralmente dal Comune e il costo è stato di 9 mila euro, di cui una parte (4 mila euro) messa a disposizione direttamente dai privati. «L’amministrazione – ha detto il sindaco, Roberto Bruno – si è fatta carico assieme a chi vive ed opera nel porto di Marzamemi di sostituirsi alla Regione per garantire un servizio indispensabile a tutta la collettività marittima. Un ulteriore segno della massima attenzione che questa amministrazione ripone nell’affrontare e risolvere le problematiche che affliggono la città».

Diredazione

Pachino: Il canile municipale nascerà in contrada Coste e ospiterà 53 randagi

A Pachino nascerà un canile. Lo comunica assessore al Welfare locale e alla Sanità, Santina Baglivo uil quale dichiara: “Il nostro comune necessitava di un canile per la collettività, in quanto allo stato attuale non è dotato di alcun rifugio per animali. L’obiettivo che ci siamo prefissati realizzando la nuova opera è duplice: frenare il fenomeno del randagismo dando una casa accogliente e sicura ai nostri animali, dall’altra parte ridurre notevolmente i costi per ospitare i randagi. I lavori saranno svolti dalla ditta Laika di Castiglione del Lago, in provincia di Perugia, e costeranno 186 mila euro. Il nuovo canile nascerà in un terreno di proprietà comunale in contrada Coste (sulla provinciale che collega Pachino a Rosolini) e prevede degli alloggi per 53 animali”.

“Finalmente possiamo annunciare – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno – l’avvio dei lavori per la realizzazione del rifugio comunale per cani, che verrà ultimato entro l’inizio dell’autunno e sarà dedicato al compianto dipendente comunale Salvatore Assenza, scomparso due anni fa, che si era sempre dedicato per conto del Comune di Pachino all’anagrafe canina e al servizio veterinario. Con la realizzazione del rifugio comunale questa amministrazione dimostra concretezza e capacità realizzando un’altra opera per la collettività. Abbiamo risolto un problema serio per il nostro territorio, e chi si prende cura dei randagi e ama gli animali lo sa. C’è voluta fatica e abbiamo affrontato mille problematiche, ma anche questa è fatta”

Diredazione

Il cinema di Frontiera a Marzamemi slitta a settembre. Si attendono i fondi ottenuti nel 2016-2017

Slitterà a settembre la 18^ edizione del Cinema di Frontiera di Marzamemi che ogni anno si è svolto nel mese di agosto. Una scelta dettata dalla voglia dell’amministrazione comunale di destagionalizzare il flusso turistico e dalla necessità degli organizzatori di reperire i fondi del finanziamenti degli anni 2016-2017 che arriveranno in ritardo.

“C’è una doppia esigenza – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno – che ci ha fatto propendere per lo spostamento della diciottesima edizione. In piena fase di destagionalizzazione che abbiamo avviato con grande impegno da parte di tutti, riteniamo che oggi il Festival debba offrire un importante attrattiva culturale diversa rispetto al passato. Si tratta di una scommessa che riteniamo possa esser vinta beneficiando Marzamemi e tutto il territorio di una manifestazione culturale tra le più importanti della Sicilia. L’altra esigenza è dovuta ad un eccessivo slittamento di bandi e, conseguentemente, di accesso ai contributi”.

“Dopo un lustro di nuova organizzazione – ha dichiarato Rosita Pignanelli, presidente del cinecircolo -serve a far rifiatare le casse poiché cin consentirà di ottenere alcuni contributi di vari enti assegnati nel 2016 e nel 2017”.