Archivio per Categoria Siracusa

Diredazione

Siracusa: Una cabina di regia per attenzionare le emergenze della zona industriale

Istituire una cabina di regia per monitorare eda ttenzionare tutte le vertenze della zona industriale  e che abbia come punto di riferimento il Prefetto di Siracusa. Questo quanto emerso dall’incontro proprio tra il Prefetto Giuseppe Castaldo ed i segretari sindacali di Cgil, Cisl e Uil, Roberto Alosi, Paolo Sanzaro e Stefano Munafò.

“Un incontro fruttuoso – hanno detto i tre segretari – a cui seguirà un successivo tavolo tecnico con i settori industria unitari che si sarebbe dovuto tenere inizialmente l’11 luglio ma che è stato rinviato proprio per permettere a tutti i soggetti interessati di poterne prendere parte. D’altronde, le emergenze e le vertenze in atto sono talmente tante e tutte prioritarie – hanno aggiunto Alosi, Sanzaro e Munafò – che occorre riunire tutti attorno a un tavolo con la preziosa e importante cabina di regia rappresentata proprio dal prefetto di Siracusa”. Un incontro importante, dunque, che fa seguito a quello di qualche giorno prima in Confindustria e che venne valutato altrettanto positivamente dai segretari di Cgil, Cisl e Uil, per una concertazione sempre più forte e presente: ” Dalla prossima settimana verrà convocata la cabina di regia che avrà la sua naturale autorevolezza con la guida del prefetto Castaldo. D’ora in poi non possiamo più permetterci di abbassare il livello di guardia visto che parliamo del futuro di tanti lavoratori e di conseguenza delle loro famiglie, ma anche della sicurezza stessa del lavoro e della tutela dell’ambiente, aspetto che spesso viene sottovalutato ma è altrettanto prioritario quanto l’emergenza lavoro nella nostra provincia”.

Diredazione

Arrivano i complimenti dell’Ucsi Sicilia al Prefetto Ruffini

L’Ucsi Sicilia Unione Cattolica Stampa Italiana ha appreso piacere per la nomina a prefetto del Dicastero della Comunicazione  di Paolo Ruffini, giornalista professionista già direttore di TV2000.
La scelta è stata di Papa Francesco che ha voluto assegnare a Ruffini questo ruolo così delicato.
Il presidente dell’Ucsi Sicilia Domenico Interdonato, ha dichiarato: “I giornalisti cattolici di Sicilia sono felici perché la scelta di Papa Francesco di nominare Paolo Ruffini, a capo dell’importante  Dicastero per la Comunicazione, per la prima volta è caduta su un laico di origini siciliane nato a Palermo e perché ne conoscono e apprezzano, le qualità morali e professionali. Al Neoprefetto Ruffini i giornalisti cattolici di Sicilia, offrono la loro disponibilità a collaborare e augurano buon lavoro.
Diredazione

Fallimento dell’ex provincia di Siracusa. Lunedì incontro con sindacati e deputati regionali e nazionali

Si svolgerà lunedì prossimo a partire dalle ore 11 l’incontro sulla situazione conseguente alla dichiarazione di dissesto dell’Ente.

All’incontro sono stati invitati a partecipare deputati nazionali on. Paolo Ficara, on. Maria Marzana, on. Filippo Scerra, on. Stefania Prestigiacomo, sen. Giuseppe Pisani; l’ass. regionale Edy Bandiera, e i deputati regionali on. Giuseppe Gennuso, on. Stefano Zito, on. Giorgio Pasqua, on. Rossana Cannata, on. Giovanni Cafeo.

L’incontro è stato voluto dal Commissario straordinario, dott.ssa Carmela Floreno e dai segretari delle sigle sindacali Cgil,Cisl, Uil, Csa, Ugl.

Diredazione

Siracusa: Il M5S “Non abbiamo appoggiato nè Italia nè Reale al ballottaggio”. Smentito il neo sindaco che invece li ringrazia per il sostegno

Il Meetup di Siracusa del Movimento 5 Stelle smentisce categoricamente quanto dichiarato dal neo sindaco Francesco Italia in occasione della festa di ringraziamento ed insediamento a primo cittadino di Siracusa.

“Il M5S non ha sostenuto nessuno dei due candidati a Sindaco lasciando libero il proprio elettorato di esprimere la propria preferenza in ragione dei progetti e programmi proposti rispettivamente dai due contendenti. Pertanto, nessuna attribuzione circa l’esito favorevole delle elezioni per il neo eletto Sindaco può essere rivolta in maniera diretta ed esplicita al M5S” si legge infatti nella nota trasmessa.

Con queste dichiarazioni viene smentito quanto invece dichiarato ufficialmente dal sindaco Italia che ha ringraziato gli ttivisti pentastellati per averlo sostenuto al ballottaggio.

 

Diredazione

Alì e Cutrufo co-presidenti del Siracusa calcio

Giovanni Alì e Gaetano Cutrufo sono i nuovi co-presidenti del Siracusa Calcio. Si definisce quindi l’assetto della società calcistica aretusea.

La famiglia dell’imprenditore Giovanni Alì detiene da oggi il 66% della società. La famiglia di Gaetano Cutrufo mantiene il 34%. E’ stato inoltre nominato un amministratore delegato che sarà Nicola Santangelo e un direttore generale, Antonello Laneri.

“Sono molto soddisfatto delle risultanze della trattativa – ha detto il co-presidente Gaetano Cutrufo – nella nostra società arriva un imprenditore importante e soprattutto un grande appassionato di calcio”

Diredazione

L’Asp di Siracusa nomina i direttori di Dipartimento, Mateddu, Trombatore e Bonanno

L’Asp di Siracusa ha nominat i primi direttori di Dipartimento. Si tratta del direttore del Dipartimento amministrativo Eugenio Bonanno e del direttore del Dipartimento chirurgico Giovanni Trombatore. A darne notizia è il direttore generale facente funzioni dell’Asp aretusea Anselmo Madeddu insieme al direttore amministrativo Giuseppe Di Bella.

“Sento il dovere – afferma il direttore Anselmo Madeddu – di ringraziare ancora una volta l’assessore regionale della salute, Ruggero Razza, che da quando si è insediato ha mostrato sempre una grande sensibilità per questo territorio, consentendo alla ASP di Siracusa di realizzare importanti obiettivi, come ad esempio, la stabilizzazione del personale medico e del comparto o l’apertura di fondamentali reparti come le due rianimazioni di Avola e Lentini che permetteranno alla sanità siracusana di recuperare il gap del passato. Oggi questi nuovi provvedimenti, così tanto attesi dai professionisti siracusani, ci consentono di completare l’assetto organizzativo dell’Azienda secondo quanto previsto dall’atto aziendale adottato con decreto assessoriale. Insieme al direttore amministravo Giuseppe Di Bella, inoltre, ci sentiamo di ringraziare anche chi ci ha preceduto alla direzione dell’ASP, ovvero il dottore Brugaletta, che ha avuto il merito di avere avviato i percorsi”.

“La durata degli incarichi – continua Madeddu -, seppur prorogabili, sarà estesa fino alla nomina dei nuovi direttori generali. Tutto ciò affinché l’Azienda possa assicurare comunque la piena funzionalità dei servizi anche in questa fase, lasciando però correttamente al nuovo manager la facoltà di operare le proprie scelte, che rivestono il carattere della fiduciarietà, nel rispetto di criteri oggettivi e trasparenti”.

“Si tratta di due professionisti di grande valore, due delle tante eccellenze che operano nella nostra sanità – dichiara ancora Anselmo Madeddu –. Il dottore Bonanno ha già ricoperto in passato incarichi di direttore amministrativo aziendale in altre ASP ed ha maturato significative esperienze in settori strategici dell’amministrazione sanitaria come quelli del Provveditorato e della Gestione delle Risorse Umane. Il professore Trombatore non ha bisogno di presentazioni, è il Presidente regionale della Società scientifica dei chirurghi ed è una autentica eccellenza della chirurgia siciliana. E’ un onore per noi averlo in questa Azienda, che già vanta altre eccellenze nel settore, come ho già detto. Su di loro è emersa una indicazione precisa da parte dei rispettivi Dipartimenti. Auguro loro dunque buon lavoro. Nei prossimi giorni completeremo l’assetto dipartimentale procedendo alle valutazioni e alle nomine relative a quei Dipartimenti in cui i Comitati hanno invece fornito al vertice aziendale una rosa più ampia di proposte”.

“L’attivazione del modello dipartimentale – afferma in conclusione il direttore amministrativo Giuseppe Di Bella – consentirà di ottimizzare le risorse e di uniformare le procedure e i percorsi assistenziali coordinando in modo trasversale più strutture, superando così le organizzazioni a compartimenti stagni e puntando su modelli orientati verso il cittadino. Si tratta dunque di una modalità organizzativa che non solo migliorerà l’efficienza gestionale ma promuoverà soprattutto la qualità dell’assistenza e dei servizi sanitari resi agli utenti”.

Diredazione

VII Conferenza europea sui pazienti oncologici a Siracusa

Si svolgerà domani  e sabato nella sala conferenze Ferruzza-Romano dell’Area Marina Protetta del Plemmirio in Ortigia, la VII conferenza Europea sui pazienti oncologici guariti e lungoviventi.

L’evento è organizzato dal reparto di Oncologia dell’ospedale Umberto I di Siracusa in collaborazione con l’Associazione Promuovere onlus e vedrà la partecipazione di relatori di fama internazionale impegnati in vari percorsi della ricerca del settore.

Sabato l’evento vedrà anche un secondo momento nella sala conferenze dell’hotel Alfeo, dove sarà tenuta una conferenza organizzata da Promuovere onlus e da Il Filo della Vita onlus, con il patrocinio di diverse istituzioni e associazioni di pazienti, sull’importanza dell’alimentazione  destinata ai pazienti.

Diredazione

L’Open Land deve al Comune di Siracusa 2.8 milioni di euro indebitamente percepiti

Open Land dovrà restituire al Comune di Siracusa  la somma di 2.8 milioni di euro indebitamente percepiti. Lo ha stabilito il Tribunale di Siracusa con decreto ingiuntivo.

Entro 40 giorni dalla notifica del decreto, se Open Land non avanzerà opposizioni dovrà rimborsare il Comune per 2,8 milioni di euro.

Il decreto ingiuntivo rappresenta un importante successo delle ipotesi difensive dell’avv. Nicolò D’Alessandro, legale del Comune di Siracusa, e degli avvocati di Legambiente Corrado Giuliano, Marilena del Vecchio, Gabriele Galota, Nicola Giudice e Lella Bonanno, e dei consulenti di parte ing. Roberto De Benedictis, prof. Giuseppe Ansaldi e dott. Francesco Licini (che hanno ricoperto il mandato a titolo gratuito), che in giudizio avevano sostenuto che nessun risarcimento era dovuto ad Open Land, contrariamente a quanto aveva invece stabilito il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana (CGA) con sentenza del settembre 2015 (successivamente revocata dallo stesso C.G.A. con sentenza n. 276/2017).

 

Diredazione

Amministrative Siracusa: La coalizione di Reale ricorre al TAR

Gli eletti e i rappresentanti della coalizione che ha sostenuto Ezechia Paolo Reale si sono riuniti per esaminare e discutere del risultato del ballottaggio di domenica scorsa.

La Coalizione, composta da Popolari e Autonomisti, Progetto Siracusa, Cantiere Siracusa, Amo Siracusa, Fratelli D’Italia di Giorgia Meloni, Udc, Forza Italia e Siracusa Protagonista, visto l’emergere di notevoli difficoltà e sofferenze nell’assegnazione dei voti di preferenza, dovute, fra l’altro, all’assenza dei verbali e delle tabelle di scrutinio, ha deciso di ricorrere al TAR Catania per chiedere l’apertura dei plichi contenenti le schede votate, ma non registrate, o registrate in modo difforme, per fare emergere la volontà effettiva dei Siracusani.

“Per quanto attiene il futuro, la Coalizione continuerà a rimanere salda ed unita, assicurando alla città e ai cittadini una gestione corretta e democratica del Consiglio Comunale, attenta e vigile nel rispetto della Legge e del Regolamento Comunale. La nostra opposizione sarà sicuramente costruttiva, ma ferma ed intransigente nel tutelare gli interessi legittimi dei cittadini tutti e per impedire il protrarsi di logiche gestionali lontane dagli interessi collettivi dei cittadini, come è stato fino ad oggi. La Coalizione, infine, ha largamente discusso sulla bozza della Rete ospedaliera predisposta dall’Assessorato regionale della Salute, relativamente alla riduzione dei posti letto e dei servizi sanitari nella nostra provincia e, non condividendola, la contesta integralmente, invitando il Governo regionale a ritirarla, essendo, fra l’altro, inaccettabile anche la sola idea della chiusura della Radioterapia, attivata a Siracusa dopo tanti anni di lotta” fanno sapere.

Diredazione

Oggi Francesco Italia sarà ufficialmente proclamato sindaco di Siracusa

La proclamazione di Francesco Italia a sindaco di Siracusa si svolgerà oggi pomeriggio alle ore 17,30 a Palazzo Vermexio. Il passaggio di consegna storico quindi tra il sindaco uscente Giancalìrlo Garozzo ed il neo sindaco Francesco Italia, già vice tra l’altro proprio di Garozzo.

Un passaggio di consegna anche in virtù alla continuità politica di quando fatto fino ad oggi.

Dopo la proclamazione però l’ufficio elettorale dovrà tornare al lavoro perchè a Siracusa mancano ancora i consiglieri comunali. A causa di alcuni disguidi verificatisi in alcuni seggi elettorali si dovranno rivedere le procedura che potrebbe durare anche oltre un mese